Eccomi di nuovo qui con voi, le vacanze son terminate e sto tornando a casa, a dir la verità mi è mancato il mio blog e soprattutto mi siete mancati voi; spero che le vostre ferie siano trascorse in serenità, allegria e relax . Beh prima di rimettermi ai fornelli da domani (ho tante ricettine in arrivo ) approfitto di queste ore di attesa all’aeroporto di Catania per scrivere questo post….mi sono appena divorato uno dei più buoni cannoli siciliani mangiati finora,proprio qui in aeroporto. Adoro viaggiare ovunque sia all’estero che in Italia e tutte le vacanze estive finora hanno sempre avuto una meta straniera ma quest’anno no per la prima volta abbiamo scelto come destinazione le due isole della nostra bella Italia:la Sardegna (di cui vi ho lasciato qualche foto nel precedente post) e la Sicilia (e per l’esattezza l’isola di Salina nell’arcipelago delle Eolie). Due isole così simili ma così diverse e se proprio devo scegliere (non me ne vogliano i sardi ) ma sceglierei la Sicilia e il perchè è presto detto: ho mangiato divinamente soprattutto il pesce e poi tantissime granite. Una volta tornata a casa dopo un viaggio, dovunque esso sia stato, è come risvegliarsi da un sogno …almeno questa è la mia impressione! E si perchè nel viaggio si entra in un’altra dimensione, ci si immerge in una realtà che non è la tua a contatto con gente sconosciuta e si imparano usi e costumi del posto e si  torna a casa arricchiti da un’esperienza che porteremo sempre con noi: i nostri occhi fotografano (e non solo gli occhi ma anche la mia fidata Nikon) paesaggi e persone, il nostro udito suoni e parole di una lingua diversa e se si chiudono gli occhi tutto riaffiora proprio come in un sogno. Pensiamo di dimenticare, ma tutto viene memorizzato dai nostri sensi. Naturalmente bisogna essere attenti osservatori e molto curiosi, come lo sono io e tutte voi foodblogger, ricordo esattamente il gusto dei cibi assaggiati durante tutti i viaggi fatti finora, dalla Polinesia al Marocco, da N.Y. a Londra, da Parigi fino in Provenza, dall’Irlanda fino a Berlino contrariamente a mio marito a cui piace si mangiare ma se gli chiedete cosa ha mangiato ieri sera non se lo ricorda ….come vedete non tutti sono osservatori e se provo a ricordargli cibi mangiati in qualche viaggio pensa che lo prendo in giro ” scusa ma non mi posso ricordare quello che ho mangiato 1 anno fa se non mi ricordo neanche quello che ho fatto ieri!” ” lo vedi che le donne sono esseri superiori? Come è che io me lo ricordo? ” queste sono normali battute tra me e lui ogni volta eppure eravamo insieme. i vostri mariti, fidanzati, compagni dicono le stesse cose? no giusto per rendermi conto se è solo il mio uno smemorato cronico oppure no. spero solo di non avervi annoiato troppo con questi pensieri dato che questo è un blog di cucina e chi viene qui si aspetta di trovare una ricetta con tanto di foto, ma avevo bisogno di esternare questi pensieri e condividerli con voi.
datemi il tempo di arrivare a casa di riempire il frigo, che sarà vuoto, e poi si riparte con le ricette..ne ho alcune tipicamente eoliane per voi…ma non vi dico altro per ora.

A prestissimo…………

6 Comments on VIAGGIARE E’ UN PO’ SOGNARE

  1. Cinzia
    31 Agosto 2010 at 17:19 (10 anni ago)

    Anche io non vedo l'ora di leggere le tue nuove ricette!!! un bacio.

  2. Alem
    1 Settembre 2010 at 10:26 (10 anni ago)

    a prestoooo!!!

  3. dolci a ...gogo!!!
    1 Settembre 2010 at 11:54 (10 anni ago)

    ok allora siamo tutti in attesa claudia!!!bacioni

  4. ( parentesiculinaria )
    2 Settembre 2010 at 7:35 (10 anni ago)

    Innanzitutto bentornata a te e a quel cannolo che ti stai sbranando…
    E poi che dire… anche io ricordo saporie e spioesso profumi, ma è un'attitudine personale: se così non fosse non saresti nemmno food-blogger, no??
    E poi per quanto riguarda l'aspettarsi una ricetta… beh… la cucina non è solo cibo, ma anche riflessioni, ispirazioni e sentimento.
    A presto!

  5. Claudia
    3 Settembre 2010 at 17:21 (10 anni ago)

    Ragazze grazie a tutte
    @parentesiculinaria: condivido pienamente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.