A Roma non ci sono mai così tanti eventi legati al food come a Milano e me ne lamento sempre, ma la scorsa settimana c’è stata un’eccezione perchè ho partecipato a ben tre eventi di food di tutto rispetto.
E così tra uno scatolone e l’altro, ormai non so più dove camminare a casa dovrò mettere anche io una passerella  (il trasloco si avvicina!!!), ho trovato un pò di tempo per uscire e incontrare i miei amici  foodblogger romani presenti all’evento.
Grazie alle doti comunicative e organizzative di quell’instancabile uomo che è Carlo Vischi, che riesce sempre a far incontrare ottimi prodotti, grandi chef che li cucinano alla perfezione e grandi produttori di vino per mandare giù il tutto, ogni evento è un successo garantito.

E così dalle passerelle di Bangkok, Londra, Chicago e New York gli Spinosini sono arrivati  pure allo Sheraton Eur Roma dove hanno sfilato la sera di mercoledì scorso. E’ stata veramente una serata piacevole tra chiacchiere tra amici foodblogger e piatti di spinosini. Non so se ho più mangiato o ri

La serata aveva come protagonista la pasta all’uovo di Campofilone di Vincenzo Spinosi, artigiano dal 1933, presentata in tre diversi modi da tre diversi chef: Errico Recanati, chef stellato del Ristorante Andreina, da Donato Savino, Executive  Chef dello Sheraton Eur  e dallo stesso Vincenzo Spinosi in persona. 

Donato Savino ha presentato una Gricia con crema di fave ripassata nella forma di pecorino romano

Vincenzo Spinosi invece ha esaltato i suoi spinosini con prosciutto crudo e limone. Un modo di preparazione molto semplice ma vi garantisco dal gusto fantastico. Quando la pasta è di ottima qualità il condimento deve essere il più semplice possibile per esaltarne il sapore. Avrei fatto il bis ma trattandosi di carboidrati di sera non ho voluto esagerare.
Peccato non essere riuscita ad assaggiare il piatto di Errico Recanati Spinosini con pollo in potacchio ma la fila davanti a lui che preparava la pasta era veramente lunga ed io ero già satura …anche perchè oltre ai primi c’erano tanti altri piccoli assaggi di spinosini che uscivano dalla cucina come questi nidi di spinosini al ragù, favolosi!!!

Oltre la pasta c’erano altri produttori marchigiani come Sigi con il suo vino alle visciole, i vini di Vigneti Vallorani e la birra artigianale di Collesi.

Insomma gli Spinosini, che non conoscevo assolutamente, sono stati una bella scoperta!

Grazie ancora a Carlo per darmi l’opportunità di conoscere tante realtà di produttori italiani di qualità.

A breve il resoconto degli altri due eventi:
– Food &Wine presso Eataly Roma
– Winery and Kitchen presso il St Regis Grand Hotel Roma

4 Comments on Sfilata di Spinosini all’ #Atelier della Pasta

  1. Gio
    23 Maggio 2013 at 11:27 (6 anni ago)

    e quindi hai fatto un'altra degustazione 😛
    e brava!

  2. Cuoca a tempo perso
    23 Maggio 2013 at 13:32 (6 anni ago)

    …. e brava Claudia.
    Un abbraccio a presto Ale

  3. Ketty Valenti
    23 Maggio 2013 at 15:24 (6 anni ago)

    Bellissima esperienza,piatti perfetti ovviamente!
    Z&C

  4. Francesca P.
    26 Maggio 2013 at 22:25 (6 anni ago)

    Non sapevo di questi eventi ed è bello scoprirli coi tuoi occhi… 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.