Apro il frigo e ci penso 
ed ho in mente il food….
Ogni mattina wo wo
mi domando cosa c’è nel frigo…..
Ho voglia di cucinare wo wo
e mangiare.. ma non ho voglia di ingrassare e allora…
Apro il frigo e ci penso ……
Cosa posso mangiare????
Al mattino latte  o yogurt naturale e confetture homemade tutte naturali
Ed ogni giorno wo wo 
apro il frigo e ci penso…cosa posso cucinare???
Cosa c’è nel reparto verdure???
tanta frutta e verdura di stagione per un pranzo tutto salutare e anche capperi sotto sale
pomodori freschi, limoni biologici, ma anche uova e formaggi .
Ed ogni sera wo wo
apro il frigo e ci penso…
cosa posso mangiare???
Mi aspetta il seitan o il tofu insieme all’insalata per una cena tutta a base vegetale e da bere???? 
Una birra chiara naturale…
no, non sono impazzita vi starete domandando perchè queste foto del frigo e questa canzoncina scema, ma perchè oggi è 
                         Il Frigo-DAY!!!!

E’ l’iniziativa lanciata da  AssoBirral’Associazione nazionale dei produttori della birra e del malto,Cosa c’è nel tuo frigo? Una birra e…”, che si sviluppa principalmente sul web. La campagna ha preso le mosse da un progetto fotografico “Famiglia che vai, frigo che trovi” realizzato da Ambra Zeni, attraverso le foto del frigorifero, le abitudini alimentari dei principali nuclei familiari italiani.
E così ha curiosato nei frigoriferi di diverse tipologie di nuclei familiari: dalla famiglia tradizionale a quella allargata, dalla coppia senza figli al giovane single, dai coinquilini fino alla coppia multietnica.
6 stili di vita, 6 frigoriferi uniti nella loro eterogeneità dalla birra.Eh si perchè dopo l’acqua la birra è la bevanda più bevuta dagli italiani.
Partendo dalle foto Bruno Barbieri (chef stellato) e Sandra Salerno ( “Un tocco di zenzero” ) hanno interpretato gli ingredienti presenti nei frigoriferi di ogni nucleo familiare, ideando 12 ricette da abbinare con la birra giusta.
Ma c’è di più. Attraverso la pagina Facebook “Cosa c’è nel tuo frigo? Una birra e…”, chiunque può condividere una fotografia del proprio frigo di casa e di quello che c’è dentro. A fine campagna, Barbieri e Salerno sceglieranno la foto, per ciascuno, più bella e contatteranno personalmente chi l’ha scattata, dandogli tanti consigli e svelandogli qualche trucco del mestiere, per una cena estiva sfiziosa con la birra.


Il mio frigo parla di me, dice chi sono attraverso quello che mangio è un pò come aprire il mio diario, a lui affido  il mio benessere. E’ per questo che se lo aprite troverete fondamentalmente prodotti freschi, dalla frutta alle verdure niente carne nè pesce, ma uova bio o allevate a terra, qualche formaggio, yogurt tanti perchè ricchi di fermenti lattici e poi da buona spicegirl non manca mai una radice di zenzero fresco ma anche qualche birra per le serate tra amici e non. Ho scoperto il mondo della birra recentemente e devo dire che lo sto rivalutando. 
E outside???? anche fuori il frigo parla di me dice che amo viaggiare dalle calamite che riporto da ogni posto in cui metto piede e poi da quel disegno  dove quella che vedete sarei io con un pentola che bolle “per zia e la sua cucina” si capisce che io e la cucina siamo una cosa sola..me lo fece mia nipote di 6 anni l’anno scorso .

Cosa ci beviamo con un bicchiere di birra??Non mangio carne nè pesce quindi verdure!!!

Con una birra mi piace mangiare i fritti e allora ho preparato la mia versione di fritto semplice, veloce ed economico….Foglie di salvia del giardino della mamma!!! Tranquilli non sono geneticamente modificate ahahhah….queste foglie di salvia sono come le ciliegie una tira l’altra.
Foglie di salvia giganti..mai viste delle foglie così..avete presente la salvia? quella che ho sul mio balcone è minuscola in confronto. Di fronte a queste foglie gustosissime e dal sapore particolare non ha saputo resistere! La salvia,se provate a mangiarne una fogliolina ha un gusto amarognolo, mentre fritta è buonissima!

Foglie di salvia fritte alla birra 

20-30 foglie di salvia freschissime
100 gr di farina
1 uovo
1 dl di birra chiara ghiacciata
olio di arachidi per friggere
fiocchi di sale Falksalt
lavare le foglie ad uan ad una e lasciarle asciugare su carta assorbente da cucina. Il friccichio dell’olio bollente a contatto con la foglia ricoperta di pastella che si gonfia è un vero spettacolo!in una ciotola con una forchetta sbattere un uovo con un pò di farina, non so dire le dosi perchè ho fatto “ad occhio” aggiungere a filo  un pò di birra ghiacciata, deve risultare una pastella omogenea e fluida ma non troppo liquida deve essere un pochino densa tale da rimanere attaccata alla foglia.  In una padella dai bordi alti (un wok sarebbe l’ideale) versare l’olio e scaldatelo fin quando con uno stuzzicadenti immergendolo si formeranno delle bollicine. E’ il segnale, l’olio è al punto giusto per immergere le foglie di salvia.Immergete una foglia alla volta nella pastella tenendola dal gambo, lasciate sgocciolare e tuffatela nell’olio bollente vedrete che inizierà a gonfiarsi, poi  molto velocemente giratela dall’altro lato con una pinza e lasciate cuocere per 1 minuto circa finchè si forma la crosticina dorata e croccante…lasciatele sgocciolare su carta assorbente e  salatele. Mangiare subito ancora calde con un buon bicchiere di birra freddissima!!!

Enjoy your day 

9 Comments on TODAY IS FRIGO-DAY….FRIED SAGE LEAVES

  1. Kittys Kitchen
    19 Giugno 2012 at 9:51 (8 anni ago)

    ahahah oddio me la sono cantata tutta a mente, mentre ridevo davanti allo schermo! ihih! :))
    Buona la salvia fritta!

  2. Il Gamberetto
    19 Giugno 2012 at 10:40 (8 anni ago)

    Buonissima la salvia fritta!! E' proprio vero, rispetto a quella sul balcone, quella dell'orto della mamma ha delle foglie enormi 🙂

    Anche tu di frigo-day?! Molto belle le foto del tuo… quanto colore!
    Baci
    Eli

  3. la cucina della Pallina
    19 Giugno 2012 at 13:15 (8 anni ago)

    adoro le foglie di salvia fritte……….anche se non le preparo spesso!!!!
    se ti va fai un giro nella cucina della pallina
    a presto

  4. Tiziana
    19 Giugno 2012 at 17:35 (8 anni ago)

    ma dai.. che frigo ordinato che hai.. il mio è un caos, roba sormontata.. sarà che lo riempio troppo?? va beh comunque la salvia fritta è una vera golosità, l'avrei sempre voluta fare ma ci vuole proprio questa dalle foglie enormi!!! un bacio

  5. sississima
    20 Giugno 2012 at 6:28 (8 anni ago)

    bello il tuo frigo ben organizzato, la salvia fritta mi manca…ma per poco, ho delle belle piantine in giardino…un abbraccio SILVIA

  6. Luisa
    20 Giugno 2012 at 8:49 (8 anni ago)

    oh che bello il frigo così tutto ben disposto: che invidia, il mio è il caos totale!! le foglie di salvia fritte sono le regine della sfiziosità.. buona la pastella alla birra!! e brava!! bacii

  7. Claudia
    20 Giugno 2012 at 21:18 (8 anni ago)

    e pensare che son una disordinata nel resto della cucina ma il frigo deve essere ognuno al suo posto!! e poi non faccio mai tanta spesa insieme……eh si ci vogliono grandi foglie per grandi fritti ahahahha. baci cara

  8. Anonimo
    10 Giugno 2013 at 6:50 (7 anni ago)

    Greetings! I know this is kinda off topic however I'd figured I'd ask.

    Would you be interested in exchanging links or maybe guest authoring a blog article or vice-versa?
    My site addresses a lot of the same subjects
    as yours and I feel we could greatly benefit from each other.
    If you happen to be interested feel free to shoot me an email.
    I look forward to hearing from you! Awesome
    blog by the way!

    Look into my web blog; Wholesael NFL Jerseys ()

  9. Anonimo
    10 Giugno 2013 at 7:37 (7 anni ago)

    I don't know whether it's just me or if perhaps everybody else experiencing issues
    with your blog. It seems like some of the text on your posts are running off the screen.
    Can someone else please provide feedback and let me
    know if this is happening to them as well? This might
    be a problem with my internet browser because I've had this happen before. Many thanks

    my web page; Nike Free Sko :: ::

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.