Eccoci all’inizio di una nuova settimana…approfitto velocemente del fatto che la piccola Noemi dorme per scrivere questo post.
Oggi vi propongo una ricetta insolita per un abbinamento insolito.
Quando sono stata contattata dallo staff di Fontanafredda, una delle cantine più belle del mondo secondo Wine Spectator situata a Serralunga d’Alba, nel cuore delle Langhe, per partecipare con altre blogger al progetto #Vinolibero ne sono rimasta molto lusingata.
Il tema era molto stimolante: creare un piatto insolito da abbinare ad uno dei due tipi di vini di GiàGià Rosso o Già Bianco.
Vino Libero è un progetto innovativo che mira a liberare il vino da tutto quello che può interferire negativamente con il consumo. Innanzitutto è un vino libero dai concimi chimici, dai diserbanti, dagli eccessivi solfiti aggiunti ma anche dai packaging inquinanti, dalle mode e dagli abbinamenti comuni.
Per la mia ricetta ho scelto l’abbinamento con il Già Bianco un Marche Bianco.
Una ricetta di risotto semplice ma intrigante per la presenza del tè nero affumicato, delicata e gustosa perfetta da abbinare a questo vino insomma a me è piaciuta molto… voi che ne pensate??
Risotto al tè affumicato con nocciole delle Langhe e cubetti di rapa rossa 
Ingredienti per 2 persone
1 cucchiaino di thé nero affumicato Lapsang Souchong
160 gr di riso Carnaroli
1 porro
50 gr di nocciole tostate delle Langhe
2 piccole rape rosse
olio evo
sale
Lavare bene le rape, pelarle e metterle in una casseruola con acqua fredda, portare a ebollizione e lasciare cuocere per circa 40 minuti.
lasciatele raffreddare leggermente e tagliatele a dadini. Preparare il thé lasciando in infusione un cucchiaino abbondante di foglioline in circa 3  dl di acqua quasi bollente per 4-5 minuti. Filtrare e tenere da parte caldo.
In una casseruola fate soffriggere leggermente il porro (solo la parte bianca) tagliato a rondelle con un filo di olio extravergine di oliva, unire il riso e lasciare tostare per 3 minuti girando con un cucchiaio di legno per evitare che si attacchi. A questo punto versare man mano  il tè finchè il riso sarà cotto ma al dente (circa 15-20 minuti). Regolare di sale.
Unire le nocciole tritate grossolanamente (lasciandone da parte qualcuna per la decorazione finale del piatto) e un filo di olio. Amalgamare bene.
Mettere al centro del piatto un coppapasta e versare all’interno il risotto, uniformare bene con il dorso di un cucchiaio. Completare il piatto con i cubetti di rapa rossa, le nocciole tritate e qualche fogliolina di tè affumicato.
Servire con un bicchiere di Già bianco delle marche.

 

 

6 Comments on Risotto al tè affumicato con nocciole delle Langhe e cubetti di rapa rossa e un Bicchiere di Già Bianco #Vinolibero

  1. Arianna Frasca
    20 gennaio 2014 at 11:10 (5 anni ago)

    Vino libero è quello che presto farà una partnership cpn ikea?
    Comunque questo risotto è da leccarsi i baffi!

  2. L angolo della casalinga
    20 gennaio 2014 at 13:46 (5 anni ago)

    Che complicato questo risotto! Non ho mica idea di come potrebbe essere eh… se riesco a mettere insieme gli ingredienti, bisognerà che lo provi!

  3. Paola
    20 gennaio 2014 at 16:15 (5 anni ago)

    Ciao. Mi piace molto l'idea di questo risotto.. Tè nero affumicato e rape rosse. Invitante

  4. verdecardamomo
    21 gennaio 2014 at 22:26 (5 anni ago)

    si si è quello!! neanche lo sapevo!! E' un progetto di Oscar Farinetti l'ideatore di Eataly!

  5. verdecardamomo
    21 gennaio 2014 at 22:27 (5 anni ago)

    perchè dici complicato? si tratta solo di usare il thè al posto dle brodo e poi aggiungere qualche nocciola e rape rosse semplicemente bollite 🙂

  6. verdecardamomo
    21 gennaio 2014 at 22:28 (5 anni ago)

    Grazie Paola….ho pensato di attenuare il dolce delle rape con il tè nero …risulta molto delicato…:-)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.