Secondo la tradizione romana la colazione di Pasqua, da sempre, a casa di mamma e’ una colazione da re e regine perché viene servita con uova sode, corallina (tipico salame della tradizione romana), uova di cioccolata e non può mancare la Pizza dolce di Pasqua e per i più coraggiosi anche la coratella, ma non per me!

La colazione di Pasqua profuma di primavera, di fiori appena raccolti e di cose buone appena sfornate, e sopratutto ha il profumo dell’anice della Pizza cresciuta.

La pizza cresciuta e’ un dolce alto, molto soffice all’interno ma con una crosta abbastanza scura e profuma di anice e cannella tipica della tradizione romana e prende questo nome perché richiede una lunga lavorazione infatti si inizia a prepararla tre giorni prima ovvero il venerdì santo per poi essere pronta la mattina di Pasqua per la colazione.

Questa pizza cresciuta di pasqua l’ha sempre preparata mia madre e poi la distribuiva una per ogni figlio. Da un paio di anni ho iniziato a prepararla anche io. Mi piacciono le tradizioni di famiglia e voglio tramandarla anche alla panellina.

anche qui lei si e’ divertita a mettere gli zuccherini ma erano più quelli che mangiava di quelle che metteva sulla pizza cresciuta…ahahha

Devo pero ancora capire perché la chiamano “pizza” perché con la pizza non ha nulla a vedere..mah resta il mistero!

La sera prima preparare la “cresciuta” nel seguente modo:

ingredienti per la “cresciuta”

400 gr di farina

2 uova
50 gr di zucchero
1 bicchierino da caffè di marsala
250 ml di latte a temperatura ambiente
25 gr di lievito di birra fresco o 9 di lievito disidratato
1 cucchiaio di semi di anice

Sulla spianatoia versate la farina, fate una fontana e al centro versate lo zucchero e le uova. Se utilizzate il lievito fresco fatelo sciogliere con un po di latte e poi versatelo nell’impasto altrimenti se usate quello disidratato mescolatelo alla farina. Unite i semi di anice e iniziate ad impastare. Poi unite pian piano il latte e il marsala. Formate una palla e mettetela in una ciotola, infarinata leggermente, a ricrescere in un luogo caldo.

Lasciare crescere per una notte.

Il mattino seguente preparare la pizza dolce di Pasqua:

Questa e’ laricetta di mia mamma che da sempre si mangia a casa. Con queste dosi escono tre pizze da 750 gr

Ingredienti per la Pizza dolce di Pasqua

8 uova
500 gr di zucchero
50 gr di burro sciolto
1 bicchiere e mezzo di olio di semi
la scorza di 1 arancia bio
la scorza di 1 limone bio
1 kg di farina
1 bustina di lievito per dolci
1 bacca di vaniglia

In una ciotola molto grande impastate con le fruste le uova con lo zucchero poi aggiungete il burro e l’olio di semi, la scorza di arancia e di limone e i semi di vaniglia. Unite la cresciuta  e  a  questo punto impastate con un cucchiaio poi unite la farina con il lievito.  Impastate di nuovo e quando gli ingredienti saranno ben amalgamati trasferite l’impasto su una spianatoia.
Dividete l’impasto in tre parti oppure fate una torta grande. Io ho usato gli stampi dei panettoni l’importante e’ che usiate stampi alti almeno 10 cm .

Lasciate lievitare le pizze di pasqua fin quando raggiungono il bordo del contenitore ci vorranno circa 8-10 ore. Io le metto nel forno coperte con strofinaccio e imposto il programma “Lievitazione pasta” altrimenti accendete il forno 50 gradi poi spegnete e mette le pizze a lievitare nel forno caldo. Una volta lievitate allora potete procedere con la cottura.

Cuocete in forno statico a 150-160 gradi per circa 45 minuti. Lasciate raffreddare completamente. Poi preparate una glassa di acqua e zucchero a velo e spennellate la superficie delle pizze dolci di pasqua e cospargete con gli zuccherini colorati.

Chiudetele in buste trasparenti per alimenti, infiocchettatele e regalatele a chi amate.

Io vi auguro Buona Pasqua .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *