Questo contorno di verdure è uno dei preferiti da mio marito che la prima volta che l’ho inventato è andato in delirio, niente di che …..semplicemente carote e porri erano le uniche verdure che c’erano in frigo! Molte volte le ricette nascono proprio così con le poche cose che si hanno in casa e con un pò di fantasia si cerca di creare qualcosa di buono e di bello. Per dare un toccho di originalità ho voluto provare uno dei 6 sali comprati al raduno dei Foodies in Roma ….quello rosa dell’Himalaya che si abbina alle verdure…ma di questi sali vi parlerò un’altra volta in un post dedicato.

Verdure colorate al sale rosa dell’Himalaya

Ingredienti:

2 porri
2 carote
aceto balsamico di Modena
olio evo
sale rosa dell’Himalaya

Lavare bene il porro e tagliarlo in diagonale secondo il metodo thai, lavare le carote e tagliarle a bastoncini non troppo sottili. In una padella antiaderente (l’ideale sarebbe il wok o la padella per saltare la pasta) mettere le verdure insieme a 2 cucchiai di olio e un pò di aceto balsamico (regolatevi voi io ho fatto ad occhio), mescolare bene per lasciar inasaporire bene le verdure e coprite con il coperchio. Lasciare stufare finchè le verdure risultino cotte, ma croccanti. Salate solo a fine cottura per evitare la dispersione delle vitamine contenute nelle verdure.

Il sale rosa dell’Himalaya è il sale più puro. Da sempre conosciuto e usato in Oriente per le sue particolari caratteristiche e proprietà. E’ purissimo, non raffinato, ha 250 milioni di anni e naturalmente ricco di ben 84 sali minerali purissimi e di oligoelementi.

1 Comment on Verdure colorate al sale rosa dell'Himalaya

  1. Amaradolcezza
    24 Marzo 2010 at 15:57 (10 anni ago)

    noooooo il sale rosa! adesso vado da castroni e prendo questo e quello rosso delle hawai!!!

    per le tre colonne ha fatto tutto il mio boy! ma lo devo sistemare.. me le ha spiattellate lì così senza logica e non capisco nulla 🙂

    ma ancora ci sono modifiche in corso…
    voglio anche mettere il logo che ho fatto io! 😛

    un bacione grandeeee

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.