In questi giorni sono molto impegnata nella produzione delle mie Ferratelle per il consueto appuntamento di ogni 3° domenica del mese con il Mercato della Terra di Ciampino promosso da Slow (se passate da queste parti mi trovate in uno stand) . e si perchè dietro ogni blog c’è una vita che scorre e va sempre molto di fretta. Oggi vi volevo parlare di quello che è stato il vero principe della  mia tavola invernale di quest’anno, sia perchè è difficile trovarlo nei mercati qui in provincia di Roma sia come ogni vero principe che si rispetti  ha un’eleganza e un fascino da vero erede al trono… tu lo guardi così altero con le sue lunghissime foglie sottili e sembra che ti parli ( capita anche a voi o è una mia immaginazione ma quando si fa la spesa ci sono cibi che richiamano la nostra attenzione e altri che non ce li filiamo per niente …o forse questo blog mi sta dando alla testa!!!!!…fatto sta che tutte le volte che l’ho visto sui banchi del mercato non ho saputo resistere dal volerlo avere e quest’anno  avrò fatto indigestione dovevo pure rimediare a 38 anni che non lo avevo mai mangiato???? ( o forse si ma non ricordo) .
Quindi prima che l’inverno giunga al termine (anche se in questi giorni non saprei prorpio dire quanto dovremmo aspettare) volevo presentarvelo : sto parlando del Cavolo Nero!!! che poi in realtà non è nero ma di un bellissimo verde scuro. Lo trovate pure qui
Famoso soprattutto in Toscana per la sua ribollita!

 

LA RIBOLLITA
ingredienti per 4 persone
250 gr di cannellini secchi (oppure in scatola)
2 cipolle piccole dorate
2 pomodorini perini
2 carote
1 cuore di sedano
400 gr  di cavolo nero
2 patate
olio evo
sale e pepe
La sera prima metter i fagioli in ammollo . La mattina seguente poneteli in una pentola di coccio versate 1 lt di acqua fredda e cuocete a fuoco basso per circa due ore.
Preparate le verdure: sbucciate le cipolle e affettatele, lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti, sbucciate le carote e riducetele a dadini e tritate il sedano, tagliate a listarelle il cavolo nero dopo averlo lavato, infine lavate e affettate le patate.
In una casseruola fate appassire la cipolla tritata con 3 cucchiai di olio evo, unite le verdure e lasciate insaporire quindi coprite con l’acqua di cottura dei fagioli e cuocete per 20 minuti. Riducete metà dei fagioli a purè con un frullatore a immersione e mettete da parte. Unite i fagioli al minestrone di verdure e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Spegnete il fuoco unite la purè di fagioli irrorate con un filo di olio evo una macinata di pepe e sale . Lasciate intiepidire leggermente per evitare ustioni al palato e alla lingua. Distribuite in ciotole di coccio e servite con del pane bruschettato.
Buona domenica….

5 Comments on Il Principe d’inverno e la (mia) Ribollita!

  1. lerocherhotel
    19 Febbraio 2011 at 13:51 (10 anni ago)

    meravigliosa la ribollita!!!

  2. Lucia
    19 Febbraio 2011 at 20:33 (10 anni ago)

    Sono in visibilio… La ribollita io l'adoro e la tua è da tuffarcisi dentro!!! 🙂

  3. Cey
    20 Febbraio 2011 at 12:46 (10 anni ago)

    Il cavolo nero l'adoro *_* e questa ricetta è calda, rassicurante =)

  4. viola
    20 Febbraio 2011 at 21:12 (10 anni ago)

    che buona la ribollita, mi piace moltissimo.Purtroppo però devo andare fino in Toscana per mangiarla perchè qui il cavolo nero non lo trovo…almeno per il momento 😀
    Deliziosa. Bravissima. Un bacione

  5. Claudietta
    21 Febbraio 2011 at 7:57 (10 anni ago)

    che buona che buona che buona ne mangerei a tonnellate!!grazie mille per la ricetta clau!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.