“There’s just one queen”

con questa frase ha esordito Madonna allo stadio olimpico di Roma il 12 giugno nella prima tappa del #MDNATour.Quanto avrei voluto andare ad un suo concerto quando io ero adolescente (mitici anni ’80)e lei l’icona della musica pop e della trasgressione, quando sarei stata sotto il palco a urlare a squarciagola. Ora invece eccomi a quasi quarant’anni andare al concerto grazie a Ford (che mi ha gentilmente regalato il biglietto in Tribuna Monte Mario per giunta!!!) emozionata di vedere una star e ricordare tempi andati e restare delusa un pò dalla freddezza di questo mito. Dopo l’attesa iniziale (1 ora) un pò troppo lunga anche per una regina come lei, tra un fischio e l’altro, il concerto ha avuto inizio. Devo dire che è un animale da palcoscenico, una grinta e un fisico da fare invidia e lo spettacolo non è mancato. Grande scenografia, grande spettacolo, tanti bravissimi ballerini ma tutto molto poco emozionante, a mio parer,e insomma avrei preferito un concerto più coinvolgente insomma un pò di delusione c’è stata e poi non mi è piaciuto il gesto di dare un calcio alla bandiera italiana che qualcuno le aveva gettato sul palco..insomma Madonna ha confermato di essere la regina indiscussa non solo del pop ma anche della trasgressione  rispettata soprattutto quando ha mostrato a sorpresa il suo fondoschiena.
 Il connubio donne e motori è sempre di moda ma questa volta in modo insolito si perchè mi è stato chiesto di fare da ‘test driver’ per Ford!! Insieme a me altri bloggers romani con i quali abbiamo guidato le Ford #Fiesta ECOnetic fino allo stadio Olimpico per assistere poi al concerto di Madonna.
Il foro italico è uno dei miei luoghi preferiti a Roma con tutte le statue rappresentative delle varie discipline.
Ford permette ai clienti di guidare green e risparmiare sul carburante senza rinunciare alle proprie abitudini di guida, grazie alle tecnologie ECOnetic, che abbattono le emissioni dei motori a combustione, e agli speciali modelli #ECOnetic.

La #Fiesta #ECOnetic è il veicolo Ford più efficiente di sempre, è dotata di un motore diesel Duratorq 1.6 TDCi da 95 cavalli, garantisce un’economia dei consumi pari a 3.3l/100km, e vanta soli 87g/km di emissioni di CO2.

Quando l’obiettivo è ridurre la propria impronta ambientale e abbattere i costi per il carburante, Ford offre ai suoi clienti un ventaglio di soluzioni che garantiscono la possibilità di guidare green e con la massima efficienza nei consumi, senza rinunciare alle proprie abitudini di guida.I modelli Ford ECOnetic sono delle versioni speciali delle auto Ford caratterizzate da soluzioni tecniche indirizzate all’abbattimento senza compromessi delle emissioni di CO2 e alla massimizzazione dell’efficienza.La prima vettura della nuova generazione di modelli ECOnetic che raggiungerà i mercati europei è la Fiesta ECOnetic, la cui produzione è iniziata di recente nell’impianto di Colonia, in Germania, e alla quale si aggiungerà la Focus ECOnetic.
La Fiesta ECOnetic è il veicolo Ford più efficiente di sempre, è dotata di un motore diesel Duratorq 1.6 TDCi da 95 cavalli, vanta 205Nm di coppia e sarà disponibile sia in versione da 5 che da 3 porte. Garantisce una grande economia nei consumi, pari a 3.3l/100km, e vanta soli 87g/km di emissioni di CO2.
Oltre agli speciali interventi su cambio, pneumatici, aerodinamica, e a una calibrazione ad-hoc del motore, la Fiesta ECOnetic dispone di un elevato numero di tecnologie ECOnetic, come lo Start&Stop, la ricarica rigenerativa intelligente, l’Eco Mode, e l’indicatore di cambio marcia.


Quello che ho apprezzato maggiormente di questa vettura è la funzione Auto-Start-Stop che si rivela particolarmente utile in città, soprattutto a Roma: il sistema spegne automaticamente il motore durante le soste nel traffico o al semaforo, riaccendendolo istantaneamente alla pressione della frizione. Tutti i momenti in cui precedentemente si restava a lungo e inutilmente a motore acceso diventano così solo un ricordo.
Start&Stop – La tecnologia Start&Stop di Ford, disponibile in tutte le vetture della gamma Ford dalla fine del 2012, spegne automaticamente il motore quando la vettura è al minimo, ad esempio al semaforo, riavviandolo non appena il conducente desidera riprendere la marcia, in modo da eliminare lo spreco di carburante durante la sosta della vettura. Questa funzione consente di ridurre il consumo di carburante e di abbattere le emissioni di CO2 fino al 10% nella guida in città.
una bella idea questa di Ford per rispettare l’ambiente..l’ho trovata molto intelligente, idea che dovrebbero seguire anche tutte le altre !!
Buona parte della tecnologia green è però nascosta agli occhi del guidatore: il suo compito è garantire sempre la massima efficienza e massimizzare il comfort. Tra i dispositivi automatici c’è per esempio l’Active Grille Shutter, un sistema intelligente che apre la griglia anteriore di areazione solo quando l’afflusso d’aria fresca è necessario al raffreddamento, restando chiusa quando non è necessario. In questo modo si ottimizza automaticamente l’aerodinamica del veicolo, migliorando i consumi e riducendo le emissioni di CO2.

Grazie a Ford per avermi regalato una serata in compagnia della regina del pop Madonna.

5 Comments on Al Concerto di Madonna con la Ford #Fiesta

  1. Iris
    14 Giugno 2012 at 14:40 (8 anni ago)

    non sei l'unica. ho sentito altre persone che sono state al concerto e sono rimaste un po' deluse…. peccato!
    baci

  2. Dani
    14 Giugno 2012 at 15:16 (8 anni ago)

    C'ero anch'io! Purtroppo non così vicina al palco…ma in curva sud. Per me Madonna è sempre Madonna, ma certo è anche normale tener conto del fatto che ha 53 anni e che anche le Regine prima o poi risentono dell'età! Di trasgressivo purtroppo c'era ben poco (oggi delle chiappe scoperte non fanno impressione a nessuno)ma era una vita che volevo vederla, quindi per me va bene così!
    P.S. Da lontano non avevo capito che quella finita sul palco era una bandiera italiana! Cmq credo che lei non abbia nemmeno guardato cosa le lanciavano e che fosse solo preoccupata di non inciarparci sopra (una caduta alla sua età sarebbe la sua rovina…)
    Baci

  3. Claudia
    14 Giugno 2012 at 16:17 (8 anni ago)

    ciao Dani concordo con te che alla fine è stato un bello spettacolo e che anche io volevo vederla!!! comunque resta una grande per dove è arrivata e come ci è arrivata poi ovviamente nella sua condizione un pò di capricci da star li tolleriamo. però ha un gran fisico!!!! baci

  4. Ambra
    14 Giugno 2012 at 19:40 (8 anni ago)

    Deve essere stata un'esperienza bellissima!!! Che adrenalina!!! Sono certa che la vera star eri tu!!! Bacio

  5. lasagnapazza
    14 Giugno 2012 at 21:26 (8 anni ago)

    Veramente ha dato un calcio alla bandiera italiana? mi sembra strano. si è sempre vantata delle sue origini italiane. ma se così fosse mi cade un mito. anch' io la seguo da quando ero adolescente negli anni ottanta e mi è sempre puaciuta sin da quando cantava like a vergin su una gondola a zonzo per i canali di venezia. ma la bandiera italiana no! ptoprio no! nemmeno per sbaglio. se era un modo per fare spettacolo è caduta proprio in basso.
    Ciao Claudia
    Mari

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.