Inizio ufficialmente la cucina di ottobre con questa crostata deliziosa e particolare.
Vi avevo promesso tante ricette dall’ultimo post e invece sono passati 15 giorni in realtà le ho pure fatte le ricette, ma solo non sono riscita a trasferire sul blog.
L‘autunno è finalmente arrivato.
Ogni anno lo aspetto.
Quest’anno è un autunno speciale per me perché nella mia vita ora c’e lei, la panellina <3.
Allora per festeggiare l’arrivo di questo autunno speciale in casa verdecardamomo ho fatto una crostata superspeciale con le giuggiole.
E’ la prima volta anche le assaggio e voi le avete mai assaggiate? Appena le ho viste le ho volute e poi assaggiandole mi sono pure piaciute. Sto letteralmente andando in un brodo di giuggiole…è proprio il caso di dirlo!! ma sapete che vuol dire?? 
significa essere al settimo cielo insomma…
Le giuggiole, questi frutti quasi dimenticati e praticamente sconosciuti ai più ma non forse ai nostri nonni.
A vederle sembrano datteri, ma in realtà sono piccole mele selvatiche, mentre il nocciolo sembra quello delle olive.
E il sapore? dolcissime a metà strada tra una mela e un dattero. 
In realtà la pianta delle giuggiole è nota anche come dattero cinese. 
Se le trovate prendetele almeno un volt anelo avita dovete assaggiarle.
/
CROSTATA CON FARINA DI KAMUT E GIUGGIOLE ALLA FAVA TONKA
250 gr di farina di kamut khorosan Cuoredi
120 gr di burro
1 uovo intero bio
50 gr di zucchero di canna integrale
50 gr di zucchero di canna
scorza di 1 limone bio
300 gr di giuggiole
50 gr di zucchero di canna
succo di 1/2 limone bio
1/2 bacca di fava tonka
Lavare e tagliare le giuggiole a metà per estrarre il nocciolo. Metterle in una pentola insieme allo zucchero e il succo di limone e farle cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti. Le giuggiole devono ammorbidirsi ma non spappolarsi. Alla fine unire alle giuggiole la fava tonda grattugiata.
Nel frattempo preparare la frolla.
Su una spianatoia di legno setacciare la farina, unire la scorza del limone grattugiata, il burro a temperatura ambiente e lo zucchero, lavorarli fino a sabbiarli, per ultimo aggiungere l’uovo. Amalgamare bene l’impasto. 
Far riposare la frolla almeno 30 minuti in frigo. 
Riprenderla e stendere la frolla direttamente all’interno dello stampo per crostata, leggermente imburrato e infarinato. 
Bucherellare la frolla con i rebbi di una forchetta e unire le giuggiole. Livellare bene  e poi con lolla formare restante fare tante stiscioline da ritagliare con la rotellina e che adagerete delicatamente sulle giuggiole per formare  la classica griglia della crostata,
Cuocere in forno a 170 per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare e poi cospargere con zucchero a velo.

4 Comments on Crostata di farina di kamut con giuggiole alla fava tonka

  1. l'albero della carambola
    6 Ottobre 2014 at 14:55 (5 anni ago)

    Ciao cara, è proprio il caso di dirlo: davanti a un dolce così vado in brodo do giuggiole! Battuta a parte, questo è proprio il genere di torte che amo… bellissima idea… unbacione
    simo

  2. Cinzia
    6 Ottobre 2014 at 21:06 (5 anni ago)

    Bellissima con le giuggiole che meravigliaaaaaaaaaaa

  3. Glu-fri
    7 Ottobre 2014 at 7:02 (5 anni ago)

    I miei hanno un albero di giuggiole e mia mamma prepara semore il brodo di gouggiole! Siamo letteralemnte in un brodo di giuggiole!
    Bello l'autunno con una Panellina da stracoccolare!

  4. Irma la dolce
    9 Ottobre 2014 at 11:38 (5 anni ago)

    Delle giuggiole conosco solo il "brodo"…e quindi asseggerei volentieri questa crostata non proprio così usuale…Complimenti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.