Una zuppa di legumi tipica della città di La Spezia un piatto della cucina povera composta da legumi e cereali. Un piatto perfetto per chi è vegetariano perchè sostitutivo della carne. Mesciua in ligure vuol dire “mescolata”.
Questa minestra si preparava con gli ingredienti che si aveva a disposizione quindi non c’erano delle dosi precise. La ricetta tradizionale prevede fagioli cannellini, ceci e farro, io ho soltanto aggiunto un soffritto di carota, sedano e cipolla.
La Mesciua nasce da quello che le mogli degli scaricatori del porto di La Spezia, crocevia del commercio di legumi, riuscivano a raccogliere sulle banchine dopo che i sacchi di legumi erano stati scaricati e avevano lasciato cadere dalle loro fessure qualche chicco, quindi un piatto poverissimo nato dall’arte di arrangiarsi con quello che si ha. 
In tempi di crisi è bene riscoprire antiche ricette e i legumi andrebbero valorizzati e mangiati molto più spesso.
Aggiungerei perfetta nelle fredde giornate d’inverno come in questi giorni .

MESCIUA LIGURE
150 gr fagioli cannellini secchi
100 gr farro
150 gr ceci secchi
1 cipolla, 1 carota e un cuore di sedano
sale
pepe macinato al momento
olio evo novello
La sera prima mettere a bagno i ceci e i fagioli cannellini. Il giorno dopo scolarli e cuocere i ceci e i fagioli separatamente, coperti di acqua fredda, in pentola a pressione per circa 50 minuti i ceci e 20 minuti i cannellini. Il farro lasciarlo rinvenire in acqua fredda per 30 minuti, poi cuocerlo per 40 minuti in acqua salata. 
Fare un soffritto con aglio, cipolla, carota e sedano, unire i cannellini e i ceci e una parte della loro acqua di cottura. lasciare cuocere per altri 10 minuti e poi aggiungere il farro.
Condire ogni singola ciotola con un filo di olio novello e una macinata di pepe.

3 Comments on Tempo di Legumi: la Mesciua Ligure

  1. Arianna Frasca
    27 Novembre 2013 at 15:09 (6 anni ago)

    Non la conoscevo la storia di questo piatto, è bello scoprire le origini, grazie!

  2. Viaggiare Cucinare Raccontare
    2 Dicembre 2013 at 11:56 (6 anni ago)

    Ciao! E' un piacere conoscerti! Sono una bloggallina come te e sempre come te ho un blog che parla di cucina…
    Mi sono unita al tuo perchè mi pare che sposi un pò l'idea che ho io per il mio blog, ossia coniugare viaggi e cibi di tutto il mondo.
    La zuppa che tu hai preparato la conosco ed è buonissima! Anche la tua sembra fantastica, poi con questo clima freddo è perfetta!

    Un abbraccio
    Giudy

  3. Anonimo
    19 Giugno 2014 at 17:20 (5 anni ago)

    consiglio di cuocere tutto senza sale che indurisce le bucce dei legumi e salare alla fine

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.